Le attività di ASL saranno valutate nella nuova maturità

Maturità

Tra le modifiche annunciate all’attuale modello di maturità (Esame di Stato conclusivo degli studi secondari) una riguarda le attività di alternanza scuola-lavoro: per essere ammesso all’esame lo studente dovrà aver partecipato a tali attività.

Lo prevede il documento di lavoro illustrato a metà settembre alle associazioni professionali dei docenti, ai sindacati e alle organizzazioni studentesche in vista dell’approvazione del decreto legislativo attuativo della delega contenuta nella legge 107/2015 (Buona Scuola) in materia di esami, prevista per il mese di gennaio 2017.

Le novità, tra cui quella riguardante la valutazione dell’ASL, entreranno in vigore nel 2018, e riguardano quindi gli studenti attualmente iscritti al quarto anno.

Il voto finale dell’esame di Stato continuerà ad essere espresso in centesimi, ma il credito scolastico relativo al percorso di studio salirà dagli attuali 25 punti a 40, punteggio all’interno del quale inciderà in modo significativo la valutazione delle attività svolte in alternanza (gli altri 60 punti arriveranno dalle due prove scritte e dal colloquio, 20 per ciascuna prova).

Enel assume 140 studenti in apprendistato
Registro nazionale per l’alternanza scuola-lavoro. Iscrizione gratuita per le imprese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *